F.lli Dabove







Il programma specifico che prevede:

a)
Accensione a inizio del periodo invernale, prova funzionale dell'impianto con eventuale rabbocco e/o sfiato dello stesso.

  • accensione impianto a secondo delle date regolamentate e in vigore dall' Autorità Comunale.
  • manutenzione programmata del bruciatore con pulizia dello stesso e controllo degli organi che lo compongono

b)
Prova del rendimento della combustione in funzione della potenzialità, mediante l'utilizzo di analizzatore elettronico munito di stampante con rilascio del certificato attestante i risultati.a effettuate nel numero richiesto dal D.P.R. 412 art. 11 Legge e Normative in vigore

c)
Operazioni di conduzione e controllo con visite quindicinali : Controllo costante del livello acqua impianto mediante pressostato di minima (se presente)

  • Controllo preliminare della C.T. con verifica dell'agibilità di tutti gli organi di manovra.
  • Controllo ad impianto inattivo dello stato del generatore, del livello dell'impianto, della funzionalità di tutti i componenti la C.T.
  • Messa in funzione del generatore secondo gli orari stabilit e verifica del funzionamento degli organi di sicurezza.
  • Controllo del livello del combustibile (per impianti funzionanti a fluido).
  • Visita periodica di controllo dei programmi di termoregolazione, alternanza periodica delle pompe, controllo del livello acqua nell'impianto, controllo della temperatura dei fumi, segnalazione guasti o anomalie parti impianto, cambio fasce orarie su delibera del Sindaco. Spegnimento dell'impianto e messa a riposo del bruciatore

d)
Pulizia generatore di calore e come da Norma di Legge, smaltimento rifiutiPulizia del focolare e dei passaggi fumo con mezzi meccanici al fine di eliminare ogni incrostazione o presenza di fuliggine.

  • Controllo della tenuta delle guarnizioni degli sportelli sigillando ogni fessura tra gli elementi onde evitare infiltrazioni d'aria.
  • Controllo dello stato dei rivestimenti refrattari, degli ugelli, e dei coni dei bruciatori

segue